Ultime uscite

10 - C ragazzi - Copertina-ebook

Dieci consigli per scrivere per ragazzi, Livia Rocchi e Chiara Valentina Segrè

Scrivere è un’arte: sicuramente ispirazione, creatività, e anche un pizzico di “follia” rappresentano una marcia in più per ogni artista, e soprattutto per uno scrittore per ragazzi. Dopotutto, ogni artista è un po’ bambino, e ogni bambino è un po’ artista.
Tuttavia queste doti da sole non sono sufficienti: la scrittura è anche artigianato; studio e pratica permettono di acquisire una certa abilità, così come la conoscenza dei “ferri del mestiere” dello scrittore. Non dimentichiamo che Picasso era un maestro della geometria e della pittura “classica” e per questo riuscì a stravolgerne le regole con cognizione di causa, realizzando capolavori che hanno fatto un pezzo di storia dell’arte.
Questi, secondo noi autrici, sono i dieci strumenti più utili nella nostra “cassetta degli attrezzi”. (Livia Rocchi – Chiara Valentina Segrè)

Brisa - COPERTINA

Brisa, Paola Rambaldi

Brisa non è sposata, sorride poco, ha un occhio di un colore e uno di un altro, una treccia lunga lunga, un accenno di baffi. Se passa la treccia su una foto vede il futuro di chi c’è nella foto. Come per quella delle nozze dell’amica Smamaréla: le raccomandò di tenere lontano suo marito dai fucili, ma lui non volle ascoltarla e morì in un incidente di caccia. Da allora Brisa non ha più voluto toccare le sue foto, come se avesse visto qualcos’altro che non vuole raccontare.
Neanche Grace Kelly sarà felice. L’ha visto in una foto.
Così dicono. Con Brisa non si sa mai. Con Brisa non si discute.
Siamo in un piccolo paese alle foci del Po, è il settembre del 1956. Per la festa patronale è arrivato il Luna Park, e ci sarà anche un concerto dei Cavedani di Gorino, gruppo del posto dove suonano anche Tunaia, fratello di Brisa, Primino e il Principe. Hanno un nuovo cantante, il surreale Eoppas, emulo e sosia di Elvis.
Di sera tardi sparisce Lucianino, figlio dodicenne di Smamaréla.
Sono in tanti al vecchio faro.
Primino  finisce in una buca da dove pare impossibile uscire.
Dimenticavamo: Brisa ama i fucili.

DI MARI E TEMPESTE - copertina per sito

Di mari e tempeste, Gli Sviaggiatori

Il mare non può parlare ma comunica, può diventare un amico, compagno di nuotate, destinatario di speranze e messaggi in bottiglia; condivide l’umore salino delle lacrime, ma insieme a volte fa da sfondo silenzioso a tragedie, orrore, morte, addii, violenza. Ognuno di questi racconti ha un’identità precisa, esibisce una personalità già sicura di sé, capace di maneggiare la scrittura per comunicare idee, suggestioni, ricordi d’infanzia, a volte rabbia e crudeltà che hanno bisogno di essere brutalmente confessate. Tutti gli autori, più o meno esordienti, hanno forse provato a imitare “la donna di vento e di mare”, la donna che scende morbidamente in acqua, assistita dal suo angelo custode, quasi che il mare possieda il garbo femminile di chi accoglie e tiene in sé, con sé, persino un mare apparentemente ostile. Perché un mare in tempesta – insieme alle tempeste che a volte squassano le nostre anime – è davvero temibile, tanto quanto i pericoli, gli agguati, che a volte nasconde tra le onde. Così almeno lo vivono le specie marine più fragili. (dall’Introduzione di Valentina Fortichiari)

C'E' UN CINGHIALE NELL'ORTO - Copertina per Isbn

C'è un cinghiale nell'orto, Anna Chisari

Tutto è cominciato da un russare forte… un piccolo campanello d’allarme, ma molto rumoroso. Il nostro corpo ci manda sempre dei segnali, ci parla, ci racconta di quello che succede all’interno. E, quando qualcosa esce dal solito ritmo, manda tutto all’aria, entra nell’orto e sradica certezze e verdura.

Anna racconta di questo imprevisto con un’ironia spregiudicata e attraverso una scrittura concreta, diretta, sincera. Nascosta dietro, c’è una sofferenza che lei ha saputo affrontare accompagnata da persone amiche – persino un amore grande –  quelle che non finiscono nella Camera del ghiaccio.

10 consigli Fantascienza - EMANUELE MANCO

10 consigli per scrivere fantascienza, Emanuele Manco

Il punto è: quali sono le idee “da fantascienza”? Alla luce del fatto che siamo talmente appassionati di letture di fantascienza da volerci confrontare con gli scrittori da noi più amati, una prima risposta è: sono quelle che riusciamo a comparare con tali letture. Sembra tautologico; ma è inconfutabile che quello che scriviamo trae origine da quello che abbiamo letto. Non perché ci si debba mettere a imitare, ma perché il nostro cervello elabora da delle fonti. Se non abbiamo letto o visto fantascienza, difficilmente avremo voglia di confrontarci spontaneamente con il genere. Speculazioni scientifiche o sociali, macchine del tempo, astronavi, poco importa. La fantascienza non è data solo dalle “cose” che mettiamo nel racconto, ma da come l’utilizzo delle idee le vada poi a sviluppare.

Oin - COPERTINA-A

Oltre i Nirvana, Valeria Sgarella

Sub Pop Records: storia di una casa discografica dal 1988 sull’orlo della bancarotta.
Nel 1979, Bruce Pavitt, studente e dj di una college radio di Olympia (Stato di Washington, USA), fonda una fanzine dedicata alle band indipendenti americane e la chiama “Subterranean Pop”. Alla rivista Bruce unisce presto l’omonima compilation su musicassetta. Nel 1986, Bruce si trasferisce a Seattle e lì pubblica la raccolta Sub Pop 100. A lui si unisce Jonathan Poneman e, insieme danno vita a una delle più innovative case discografiche del pianeta, base di lancio del cosiddetto grunge, con nomi come Nirvana, Soundgarden e Mudhoney prima; Fleet Foxes, Iron & Wine, Beach House, e Low dopo. Un’avventura fatta di genialità, nuovi linguaggi di comunicazione, bancarotta in continuo agguato, drammi personali e collettivi. Soprattutto, una storia che segna la musica degli ultimi decenni. Questo è il primo libro che ne racconta la cavalcata. L’autrice ha svolto il lavoro di stesura con la piena collaborazione della Sub Pop, avendo accesso a fonti di prima mano e raccogliendo, nel corso di varie visite a Seattle, testimonianze, ricordi, immagini e dettagli inediti.

Facciamo cose, vediamo gente

Uscita - Dieci consigli per scrivere per ragazzi

Martedì 30 aprile 2019, ore 11,30
Scritto da Livia Rocchi e Valentina Segrè.
Un testo utile e meraviglioso! In e-book.
Sede: Gattaccio, Milano, Europa, web.

Short Lab - La Gattomachia

Venerdì 3 maggio 2019, ore 19,30-22,30
Scrittura creativa per oggi e soprattutto per domani
Ideazione e conduzione: Luciano Sartirana.
Sede: Dedalo Teatro, via Ariberto 25; Milano.
Info e iscrizioni: 02-83660862 – info@dedalo.org

Il tempo e le parole

I martedì 14, 21 e 28 maggio, 4 giugno 2019, ore 18,00-20,00
Corso di Scrittura autobiografica per gatti, mirtille malcontente e menti anticonformiste.
Ideato e condotto da Elena Mearini e Luciano Sartirana.
Sede: Arcus, via Cicognara 7; Milano.
Info e iscrizioni: 338-3924922 – arcus@unimi.it

SE-NADIAKASA-Siti-e-blog

Acquisto veloce dei nostri libri su:

Iscriviti alla newsletter

Sarai sempre aggiornato riguardo:
– uscita di nuovi libri;
– sconti e offerte limitati nel tempo;
– e-book specifici gratuiti;
– corsi e laboratori a numero chiuso, con diritto di prelazione;
– iniziative pubbliche e spettacoli.

Basta inviarci un’e-mail, anche senza testo o con i tuoi dati.

Dal nostro blog