Tutti lì ad applaudire le vacche in fiera

L-Tutti li ad applaudire

Pagine: 35
Prezzo di copertina:
7,00 euro
Collana: Poesie dell’acqua scritta
Formato: brossura
Dimensioni: A5 (15×21)
ISBN: 978-88-98914-10-4

Trenta poesie per parlare di ogni momento sociale dove si diffonde, alberga, annuisce del potere.
Potere sulla bellezza, di rado bene ammirata e sovente occasione di possesso dello spettacolo.
Potere sul passato, quando alla fatica di acquisire anni ed esperienza si aggiunge quella di subire, compiangere, replicare ruoli e violenza antichi, passare pomeriggi a disegnare fiori. Potere del passato sul presente.
Potere del ricatto del lavoro.
Potere delle colazioni, dello specchio, dei capillari rotti, di definire a ogni trasloco ciò che è tuo e ciò che è mio. Potere del sentimento spaiato.
Ma infine, le mille opportunità sotterranee del desiderio instabile, dell’invettiva, della goccia che fa traboccare il vaso, della propria pervicace scrittura… perfino della salutare noia… ben oltre il potere.

Booktrailer

Estratto

Infanzia ingrata

Subisci il padre
Compiangi la madre
– nei pomeriggi tediosi disegnare fiori
anonfinire
negli angoli vuoti del tuo ego –

Subisci il padre
– arrampicarsi nella notte
per sfuggire alla sua furia –

Compiangi la madre
– la gonna scozzese
la domenica mattina
in chiesa –

Crudeltà al civico 34

Ha salito le scale
(assorto in pensieri costruiti)
trascinato sacchi neri
di stridule grida melanconiche,
masticando occhi e parole e notti di velluto
per un tempo breve
e diluito.

Ha sceso le scale
(trascinato da nervi e sangue)
la strada e le auto
e una musica cadeva da un balcone.

Limpido e innocente mattino di ambiguita’
Non ci è mai concesso dire altro.

Delirium tremens

Sopraffatta
&
sopraffine
sono spesso nei Vostri
pensieriasciutti
subisco
il fascino
dei sogni
somaro
sconosciuto
del deserto sfatto
del mondo

sono sangue
sessualmente
instabile.

Recensioni

Alessandra Piccolo

Nasce il 3 marzo 1984 a Milano, giorno di Carnevale e anno bisestile.

Sin da bambina mostra una spiccata propensione per le arti, inventando e scrivendo storie o creando improbabili fumetti, in cui la parte grafica lascia molto a desiderare.
Ha da subito un cattivo rapporto con tutte le figure autoritarie, con le regole e la disciplina, con l’orientamento, la matematica, gli spigoli, il sole e le api.

Dal 2012 al 2015 fa parte di Carrascosa Project, collettivo di scrittori, e con il racconto lungo “EsseriUmani” ha partecipato al libro collettivo “Latinamerica”, del 2013.
Nel 2015 l’avventura continua con Ilbestiario.org
Collabora anche con molte riviste letterarie indipendenti del panorama italiano.
Finalista lombarda del premio letterario nazionale “La Giara” nel 2013, con il romanzo inedito “Lacrimante cielo”.

Frequenta la scuola di recitazione TeatriPossibili, è soggetta a forti sbalzi d’umore.
Ha un cane, lavora per vivere, da grande suonerà la batteria.
Ha scritto, scrive, scriverà sempre.