Parliamo di Editing – corso intensivo-professionale

Sviluppo: 10 ore su 5 incontri di due ore ciascuno.

Costo fino al 30 giugno 2024: 290,00 euro tariffa standard; 175,00 tariffa studenti.

Date: 7 e 21 ottobre; 4 e 18 novembre; 2 dicembre 2024.

Orario: 18,00-20,00

Sede: on line via Skype e in aula (presso la Piccola Accademia di Poesia, via Porro Lambertenghi 25, Milano.

Iscrizione entro il 20 settembre 2024.

Info: corsi@edizionidelgattaccio.it / 347-0589212

Stile, forma, ritmo, qualità della scrittura e della trama

Per chi scrive, chi aggiusta e riscrive, chi porta le parole in alto. Aspiranti editor freelance e liberi professionisti. Autrici e autrici, per migliorare ciò che scrivono. Laureandi interessati a sviluppare capacità operative. Editori e redattori. Lettori. Chi comunica per lavoro. Tutti coloro che vogliano imparare a guardare dentro il testo per comprenderne i meccanismi.

L’editing di un testo è un passaggio fondamentale, e l’editor è colui che ha lo scopo di portare un testo alla più alta qualità possibile. Non per nulla, costei o costui è tra le figure professionali più ricercate nelle case editrici, le redazioni e i service editoriali, ma anche presso aziende ed enti pubblici e privati bramosi di comunicazione efficace. Per non dire, per chi scrive, della necessità di fare editing sulle proprie opere, una cosa non facilissima.
Parleremo quindi di norme editoriali, ortografia, l’uso corretto dei segni per la correzione bozze, i lineamenti di base per impaginazione, quarta, note, titolo. Via via fino ai livelli superiori: la leggibilità di un testo, la struttura della storia, i dialoghi, la coerenza e l’unità stilistica. E, nella trama: come approfondire i punti non ancora sviluppati appieno, le possibilità inedite una relazione e di una situazione, il ruolo dei personaggi secondari.
Ma l’editing non è solo un fatto di applicazione di regole… è un lavoro di sensibilità, di scelte laterali, di percezione di ciò che manca o di ciò che è solo in nuce e chiede di emergere, di colore ed emozione del leggere, di fuga dalla banalità e dai luoghi comuni. Di direzioni, parole chiare, senso della frase, del nucleo di ciò che vogliamo raccontare.
Leggerezza, esattezza, visibilità, rapidità, coerenza, molteplicità, per dirla con Italo Calvino.

Editing è la radura dove si sciolgono le prolissità, si porta al meglio il proprio stile lavorando sul dettaglio, talvolta si riscrivono intere parti.
La grande avventura verso l’anima del nostro e dell’altrui testo.

Le tematiche
Editing di bozze, di ritmo, di stile e di trama.

Le cinque componenti di un testo.
La forza intrinseca della punteggiatura.
Correzione bozze e impaginazione.
Note, quarta, copertina, sinossi.
Come evitare i luoghi comuni.
Ellissi e deissi.
Come fare l’editing di se stessi, e scrivere già con l’editing incorporato.
Il senso della frase: l’armonia magmatica di ritmo, lessico e contenuto.
L’esplosione multidirezionale dell’idea e della parola.
Lavorare con il proprio lato oscuro.
Lo sguardo del desiderio, sugli altri e dagli altri.
L’azione del tempo e della videocamera interiore.
Stati alterati e altre insinuazioni.

Gli obbiettivi
Terminare un racconto, renderlo organico e compiuto.
Saper fare editing sul proprio stesso testo.

Definire al meglio la propria voce e sapersi interrogare sul proprio stile.
Conoscere le principali e più profonde modalità di revisione, in primis per la narrativa, ma anche su guide, saggi, manuali e contenuti web.
Poter offrire i propri servigi di editor ad altri.

Iscriviti con sconto (fino al 30/06/2024)

Gli ideatori e docenti del corso

Elena Mearini

Nata nel 1978 a Milano, dove vive. Si occupa di narrativa e poesia, opera nel campo del disagio sociale conducendo laboratori di scrittura in carceri e comunità. Nel 2009 esce il suo primo romanzo 360 gradi di rabbia, (ed. Excelsior 1881); nel 2011 pubblica il romanzo Undicesimo comandamento, sulla violenza di genere (Perdisa pop). A gennaio 2015 è la volta del romanzo A testa in giù (Morellini), su autismo e incomunicabilità. Nel gennaio 2016 esce il romanzo Bianca da morire (Cairo). L’anno dopo seguono il romanzo È stato breve il nostro lungo viaggio (Cairo) e Strategia dell’addio, storia poetica in versi illustrata da Clara Patella. Firma due raccolte di poesie: Dilemma di una bottiglia (Forme Libere ed.) e Per silenzio e voce (Marco Saya).
I passi di mia madre (Morellini), il suo ultimo romanzo, è candidato al Premio Strega 2021.

Luciano Sartirana

È nato a Milano nel 1957. Ha collaborato con Feltrinelli, Demetra, RadioRai, Radio Popolare, OfficinaFilm; siti web e blog, istituzioni pubbliche, associazioni, enti privati. Dal 2008 è editore e Direttore editoriale con le Edizioni del Gattaccio. Ha scritto il libro “Nel settimo creò il Maracanã”, la prima storia sociale del calcio brasiliano apparsa in Italia.
Ha visto navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione, e i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhäuser. E anche a Porta Genova.
Crea e conduce corsi di Scrittura creativa, Sceneggiatura, Comunicazione e Promozione editoriale dal 1994.